audit iso

Che Cos’è un Audit?

Non sempre è così chiaro nel parlare comune. A volte si sente dire da un responsabile (coinvolto quindi in prima persona) di star facendo un audit sul suo processo. Niente di male nel parlare comune! 

Se, però, parliamo un linguaggio tecnico stiamo approcciando la materia impropriamente. 

Cerchiamo di sviscerare la definizione della ISO 19001:2018:

Audit: processo sistematico, indipendente e documentato per ottenere evidenze oggettive e valutarle con obiettività, al fine di determinare in quale misura i criteri dell’audit sono soddisfatti.

Scomponiamo e analizziamo la definizione:

  1. Processo = Non riguarda solo il momento di conduzione dell’audit, ma tutto ciò che è previsto dalla programmazione, pianificazione, conduzione, stesura rapporti ecc.
  2. Sistematico = Stiamo parlando di qualcosa che segue un ordine, che avviene ripetutamente. Sicuramente esclude qualsiasi intervento sporadico o isolato.
  3. Indipendente = Anche se ci soffermiamo solo sulla figura dell’auditor e non andiamo avanti in una riflessione estensiva, l’auditor deve essere indipendente dal processo ‘auditato’. Ne consegue che il nostro responsabile di produzione non può fare un audit in produzione. Potrà fare quanti controlli vorrà, ma non audit. Che si stia parlando di un audit di sistema, di processo, di prodotto o di conformità legislativa poco cambia.
  4. Documentato = Un controllo non formalizzato non può essere mai considerato un audit. Controlli in campo snelli e informali sono ottimi e vitali per le organizzazioni e non sono in discussione. Basta non pensare che siano audit perché in tal caso si cadrebbe in errore.
  5. Ottenere evidenze oggettive = Registrazioni, dichiarazioni di fatti (quindi le interviste sono considerabili evidenze oggettive), informazioni.
  6. Criteri dell’Audit = Insieme dei requisiti (una norma, una legge, una procedura interna…) utilizzati come riferimento rispetto ai quali si confrontano le evidenze oggettive.

Pochi punti certi che aiutano a fare chiarezza. Tutti citati dalla ISO 19011 senza particolari necessità interpretative.

Se studiamo e confidiamo nelle norme non ci perdiamo mai!

COndividi

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su print
Stampa
Condividi su email
Email